Dal mondo antico ad oggi: Disabilità ed Handicap, di Paola Cubeddu

Lo scopo di questo mio lavoro è voler presentare un fenomeno quale la disabilita’ per quanto riguarda il mondo classico, un passato non molto remoto, analizzando il rapporto tra il disabile e la societa’, la medicina e la religione, confrontando poi il rapporto disabile-societa’ con la mia esperienza personale.
  1. Come veniva vista la disabilità fisica e psichica nella Grecia antica?
In un passato non molto remoto, spesso, chi era afflitto da handicap veniva emarginato e privato di cure necessarie ad alleviare i disagi fisici e psichici. Grazie ad alcune documentazioni artistiche e letterarie abbiamo appreso che le malformazioni erano molto diffuse nel mondo greco (il termine “deformita’” incarna il significato di una disabilita’ fisica o mentale, in quanto non esistono definizioni corrispondenti Continua a leggere

I processi di Agenda 21: dalle istituzioni alla famiglia, di Luigi Piga

Le origini dell’Agenda 21 e dell’Agenda 21 Locale
L’Agenda 21 – d’ora in poi A21 – è un piano di azione per lo sviluppo sostenibile da attuare nel nuovo millennio (da qui la cifra 21 che si riferisce al secolo) al fine di arrestare il sempre più evidente processo di degrado ambientale, coordianando in tal senso gli sforzi internazionali e concentrando l’operato di ogni singola nazione su dei punti critici che ogni governo deve riconosce al suo interno.
L’origine dell’A21 può esser fatta risalire indietro nel tempo sino al 1987, anno di pubblicazione da parte della WCED (World Commission on Environment and Development) di “Our Common Future”, il rapporto del ministro norvegese Gro Bruntland che fissa i principi e gli obiettivi per uno sviluppo sostenibile da intraprendere a livello globale, dando ancora più voce alle denunce ambientaliste già manifestatesi negli anni precedenti (Conferenza di Stoccolma 1972).
Continua a leggere